Psicologia e Psicoterapia dell’adulto, della coppia e della famiglia

​Che cos’è la Psicologia?
La Psicologia è una scienza e una disciplina universitaria, che studia il comportamento umano; ha come obiettivo la comprensione dei processi mentali, affettivi e relazionali che lo determinano, con lo scopo di promuovere il miglioramento della qualità della vita. La Psicologia si fonda sulla ricerca scientifica.

 

Chi è lo Psicologo?
La professione di Psicologo è regolamentata a livello nazionale dalla Legge n. 56/89. Il primo articolo della Legge riporta: “La professione di Psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e d’intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione – riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità”.
Lo Psicologo, per acquisire tale titolo, deve conseguire una Laurea, della durata di cinque anni, nella Facoltà di Psicologia. Una volta ottenuto il titolo di dottore in Psicologia, deve svolgere un anno di tirocinio sotto la supervisione di un tutor- professionista iscritto all’Ordine da almeno tre anni. Al termine di quest’anno formativo, deve sostenere l’Esame di Stato, costituito da quattro prove (tre scritte e un’orale) che gli consentiranno, una volta superate, di potersi iscrivere all’Ordine degli Psicologi nella sezione A dell’Albo. Lo Psicologo è tenuto al rispetto del Codice Deontologico degli psicologi italiani.

 

Chi è lo Psicoterapeuta?
Lo psicoterapeuta è un laureato in psicologia o medicina, iscritto al rispettivo ordine professionale, che abbia superato l’esame di abilitazione finale di un corso di specializzazione di almeno quattro anni.
La Legge 56/89 regola l’esercizio dell’attività psicoterapeutica con l’art. 3: “L’esercizio dell’attività psicoterapeutica è subordinato a una specifica formazione professionale, da acquisirsi, dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia, mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali che prevedano adeguata formazione e addestramento in psicoterapia, attivati ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162, presso scuole di specializzazione universitaria o presso istituti a tal fine riconosciuti con le procedure di cui all’articolo 3 del citato decreto del Presidente della Repubblica.”
Lo psicoterapeuta, nel corso della sua formazione, approfondisce la diagnosi e la cura di quelle problematiche caratterizzate da sofferenza psichica, per offrire al paziente un percorso di cura atto ad affrontare e risolvere le varie forme di sofferenza psicologica.
Le pratiche psicoterapeutiche riguardano vari indirizzi teorici: sistemico relazionale, psicoanalitico, cognitivo, comportamentale, ecc., ciascuno dei quali si è differenziato in scuole e metodologie differenti.
Il Centro Clinico DAS di Lucca ha nel suo team psicoterapeuti sistemici relazionali; un modello d’intervento che guarda ai sintomi e al disagio della persona, della coppia e della famiglia, come il risultato di un complesso intersecarsi tra esperienza soggettiva, qualità delle relazioni interpersonali più significative e capacità cognitive di autovalutazione della propria situazione.
Lo psicoterapeuta sistemico relazionale adotta un approccio che non si fissa sul mondo intrapsichico dell’individuo, ma guarda con attenzione al contesto, alla comunicazione, alle regole e al ciclo vitale.

 

Chi si rivolge allo psicoterapeuta?
Le persone decidono di rivolgersi allo psicoterapeuta quando il disagio psicologico che li accompagna quotidianamente è talmente rilevante da non essere più gestito efficacemente né da se stessi né dalle persone care. Il malessere diventa invalidante, andando a intaccare varie aree della vita della persona, quali la coppia, le amicizie, il lavoro e il rapporto con gli altri.
Attenzione a non considerare la sofferenza come un aspetto di per sé patologico anzi, è una reazione “sana” a un malfunzionamento che rende la vita non più piacevole; il nostro corpo da un segnale che a volte la mente non comprende.
Spesso sentiamo dire che: “Chi si rivolge a uno psicoterapeuta è un debole”, questo è gravemente falso e noi del Centro Clinico DAS Lucca sosteniamo che ci vuole forza nell’intraprendere un percorso psicoterapeutico, piuttosto che andare avanti nella vita non affrontando i propri problemi, rischiando di cronicizzare la patologia e di coinvolgere i propri cari nel malessere.

 

Come si articola un percorso psicoterapico?
Il primo contatto fra psicoterapeuta e paziente è telefonico a cui segue un primo colloquio conoscitivo. Con la volontà di entrambe le parti si concorderanno altri incontri che saranno utili per valutare vari aspetti e ottenere una prima diagnosi.
Il processo diagnostico rappresenta “l’iter che il paziente percorre insieme al terapeuta allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei disturbo/i lamentato/i, attribuire loro un significato (diagnosi) e individuare le possibili strategie cui avvalersi per ridurre, modificare o eliminare, laddove è possibile, la causa che provoca la sofferenza che il paziente stesso e/o i suoi famigliari lamentano” (Lang, 1996).
In seguito, dopo un’attenta valutazione dei contenuti riportati in seduta, sarà concordato un percorso terapeutico, secondo gli obiettivi che lo psicoterapeuta e il paziente avranno deciso di raggiungere.

 

Che cosa è l’Ordine degli Psicologi?
L'Ordine è un Ente pubblico non economico sul quale vigila il Ministero della Salute; l’Ordine è strutturato a livello regionale.
Gli iscritti all'Albo costituiscono l'Ordine degli psicologi e ogni quattro anni sono chiamati a votare per il rinnovo del Consiglio regionale.
E' compito degli Ordini (Legge 56/89 art. 12): curare l'osservanza delle leggi e delle disposizioni concernenti la professione; curare la tenuta dell'Albo; vigilare per la tutela della professionale e adottare i provvedimenti disciplinari ai sensi dell'art. 27.

 

Che cosa è il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani?
Le regole del Codice Deontologico sono vincolanti per tutti gli iscritti all’Albo degli psicologi.
L’art. 3 stabilisce che: “Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano e utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’individuo, del gruppo e della comunità. In ogni ambito professionale opera per migliorare la capacità delle persone di comprendere se stessi e gli altri e di comportarsi in maniera consapevole, congrua ed efficace. Lo psicologo è consapevole della responsabilità sociale derivante dal fatto che, nell’esercizio professionale, può intervenire significativamente nella vita degli altri; pertanto deve prestare particolare attenzione ai fattori personali, sociali, organizzativi, finanziari e politici, al fine di evitare l’uso non appropriato della sua influenza, e non utilizza indebitamente la fiducia e le eventuali situazioni di dipendenza dei committenti e degli utenti destinatari della sua prestazione professionale. Lo psicologo è responsabile dei propri atti professionali e delle loro prevedibili dirette conseguenze”.

CENTRO CLINICO DAS LUCCA | 1780, Viale Puccini - 55100 Lucca (LU) - Italia | P.I. 02318590466 | Cell. +39 327 5437083   - Cell. +39 338 7155433 | centroclinicodaslucca@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite